Autolivelli

Riparazioni Autolivelli e Livelli Ottici – Tipologia di Intervento

Al fine di provvedere alla riparazione dell’autolivello o del livello ottico diversi gli aspetti che generalmente intervengono affinché la riparazione abbia l'effetto desiderato. Aspetto molto importante nelle riparazioni dell’autolivello o del livello ottico e senza dubbio la funzionalità del compensatore o delle livelle toriche a seconda dei modelli.

Riparazione Autolivelli e Livelli Ottici – Destinazione d’Uso

Dapprima che l’intervento di riparazioni abbia inizio, va tenuto conto del tipo di applicazione cui lo strumento è destinato. Preservare l’accesso di polveri o liquidi è uno degli aspetti fondamentali nelle riparazione degli autolivelli o livelli ottici destinati al cantiere.
Verificare la stabilità della base di livellamento e il buon funzionamento delle componenti ottiche è l’esigenza assoluta nel caso di riparazioni di autolivelli o livelli ottici destinati al settore dei “Collaudi Strutturali”.

Calibrazioni o Tarature Autolivelli e Livelli Ottici – Tipologia di Intervento

La calibrazione o taratura dell’autolivello o del livello ottico è generalmente il processo finale in cui si effettua in successione la verifica delle livelle sferiche e toriche e successivamente il nuovo posizionamento del reticolo di collimazione utilizzando i relativi apparecchi di riscontro.

Calibrazioni o Tarature Autolivello o Livello Ottico – Destinazione d’Uso

Un’attenzione aggiuntiva nel caso in cui il processo di calibrazione o taratura o di autolivelli o livelli ottici dovesse riguardare apparecchi con lamina pian parallela interna o esterna in cui risulta essere necessaria la verifica del campo di funzionamento delimitato dalla lamina pian parallela stessa.

Certificato di Taratura di Autolivelli o Livelli Ottici – Normativa

I certificati di taratura autolivelli e livelli ottici sono i documenti rilasciati su richiesta dal committente nel caso in cui il manuale qualità interno del committente stesso dovesse richiedere la certificazione delle misure effettuate dagli autolivelli e livelli ottici oggetto della prova di laboratorio.

Certificazioni dell’Autolivello o Livello Ottico – Riferimenti

Tali prove necessarie alla certificazione dell’autolivello o del livello ottico e al successivo rilascio del certificato di taratura dell’autolivello o livello ottico avvengono sempre è comunque tramite l’utilizzo di campioni di riferimento certificati.

Certificati di Taratura Autolivello e Livello Ottico – Procedure

Tutte le prove necessarie per la raccolta di misurazioni necessarie per la stesura delle certificazioni di autolivelli o livelli ottici e al successivo rilascio di certificati di taratura dell’autolivello o livello ottico avvengono secondo una sequenza chiamata procedura o percorso di taratura adottata dall’operatore della prova.

Certificazione Autolivelli e Livelli Ottici – Validità

In merito alla certificazione di autolivelli o livelli ottici il Laboratorio garantisce il mantenimento della riferibilità dei propri Campioni di Prima Linea a quelli indicati dai costruttori dei campioni medesimi. Tali risultati non sono estendibili ad altri strumenti simili anche se dello stesso modello.
Per saperne di più sulle Certificazioni clicca qui

Descrizione

Di gran lunga il livello o l’autolivello ottico è lo strumento più diffuso nel settore delle costruzioni. Ve ne sono di tutti i modelli con caratteristiche alquanto differenti. Ciò che li contraddistingue e che li rende adatti ad una certa applicazione è la precisione o, più correttamente definita come accuratezza, che per questi strumenti è definita come EQM – Errore medio chilometrico mm/km, ed è lo scostamento massimo garantito dallo strumento in un tracciamento, in regime di doppia livellazione, in cui la somma dei lati che lo compongono sia pari a mille metri. Questo aspetto relativo all’accuratezza contraddistingue la “ Qualità Strumentale ” del livello o autolivello.
Molti sono i modelli finora commercializzati sul mercato europeo. Tra questi vanno sicuramente citati:
Ertel Glunz, Kern, Leica, Nikon, Pentax, Spektra, Tecnix, Theis, Trimble, Wild Leitz, Zeiss

Vanno poi segnalati nel settore “Collaudi Strutturali” gli strumenti:
Autolivelli Zeiss Ni 1, Ni 2, Ni005, Ni002
Autolivelli Kern GK2 e GK1
Autolivelli Wild Leica Na2 e Nak2
Livello Wild Leica N3

Recensioni

  1. 301 Moved Permanently
    [url=https://www.viagrapascherfr.com/]301 Moved Permanently>>>[/url]

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.